L’armonizzazione della scala minore armonica – Es. 33 (Lez. 31) – Corso base di armonia e accompagnamento al pianoforte gratuito

Imparerai a mettere gli accordi di accompagnamento alla scala minore armonica

SCARICA QUI IL PDF DEGLI ESERCIZI

La scala minore armonica è quella che è comunemente utilizzata come base per i brani scritti in modo minore. Abbiamo visto che è composta da 8 note (se consideriamo anche l’ultima nota che è la tonica all’ottava superiore). In realtà i gradi della scala sono 7:

  • Tonica (I grado)
  • Sopratonica (II grado)
  • Modale (III grado)
  • Sottodominante (IV grado)
  • Dominante (V grado)
  • Sopradominante (VI grado)
  • Sensibile (VII grado)

Armonizzare la scala significa mettere un accordo di accompagnamento ad ogni grado della scala in modo che la sua esecuzione con gli accordi, risulti gradevole all’orecchio. Come visto per la scala maggiore, per arrivare a ciò occorre applicare alcune regole pratiche che ti illustrerò ora. E nel frattempo applichiamo queste regole alla scala di la minore armonica.

  • Sul I grado (tonica) si può mettere il suo accordo minore. Sul La metterai quindi il La minore.
  • Sul II grado (sopratonica) si può mettere l’accordo maggiore costruito sul V grado (dominante). Sul Si metterai quindi il Mi maggiore.
  • Sul III grado (modale) si può mettere l’accordo minore costruito sul I grado (tonica). Sul Do metterai quindi il La minore.
  • Sul IV grado (sottodominante) si può mettere il suo accordo minore. Sul Re metterai quindi il Re minore.
  • Sul V grado (dominante) si può mettere l’accordo minore costruito sul I grado (tonica) oppure il suo accordo maggiore. Se preceduto o seguito dall’accordo costruito sul IV grado (sottodominante), è preferibile usare l’accordo costruito sul I grado (tonica). Visto che l’accordo prima è il Re minore (è l’accordo minore costruito sul IV grado ovvero sulla sottodominante) metterai il La minore.
  • Sul VI grado (sopradominante) si può mettere l’accordo minore costruito sul IV grado (sottodominante). Sul Fa metteremo quindi il Re minore.
  • Sul VII grado (sensibile) si può mettere l’accordo maggiore costruito sul V grado (dominante) oppure l’accordo di settima di dominante (costruito ovviamente sul V grado ovvero sulla dominante), se il VII grado (la sensibile) risolve al I grado (la tonica all’ottava superiore). Sul Sol# metterai quindi il Mi maggiore oppure il Mi settima, visto che il Sol# successivamente sale a La.

Ho usato volontariamente il termine “si può mettere” proprio perché non esistono regole uniche e universali, ma queste sono alcune delle possibilità per dare alla scala un’armonizzazione gradevole al nostro orecchio. Queste regole andremo man mano ad ampliarle.

Applichiamo ora le regole ad un’altra scala. Prendiamo il Fa# minore.

  • Sul I grado (tonica) si può mettere il suo accordo maggiore. Sul Fa# metterai quindi il Fa# minore.
  • Sul II grado (sopratonica) si può mettere l’accordo maggiore costruito sul V grado ovvero sulla dominante. Sul Sol# metterai quindi il Do# maggiore.
  • Sul III grado (modale) si può mettere l’accordo minore costruito sul I grado (tonica). Sul La metterai quindi il Fa# minore.
  • Sul IV grado (sottodominante) si può mettere il suo accordo maggiore. Sul Si metterai quindi il Si minore.
  • Sul V grado (dominante) si può mettere l’accordo minore costruito sul I grado (tonica) oppure il suo accordo maggiore. Se preceduto o seguito dall’accordo costruito sul IV grado (sottodominante), è preferibile usare l’accordo costruito sul I grado (tonica). Visto che l’accordo prima è il Si minore (è l’accordo minore costruito sul Vi grado ovvero sulla sottodominante) sul Do# metterai il Fa# minore.
  • Sul VI grado (sopradominante) si può mettere l’accordo minore costruito sul IV grado (sottodominante). Sul Re metterai quindi il Si minore.
  • Sul VII grado (sensibile) si può mettere l’accordo maggiore costruito sul V grado (dominante) oppure l’accordo di settima di dominante (costruito ovviamente sul V grado ovvero sulla dominante), se il VII grado (la sensibile) risolve al I grado (la tonica un’ottava più alta). Sul Mi# metterai quindi il Do# maggiore oppure il Do# settima, visto che il Mi# successivamente sale a Fa#.

Qui trovi la stessa lezione su Youtube! Non dimenticarti di iscriverti al mio canale per rimanere aggiornato su tutti i nuovi contenuti!  🙂

xxx

Vai all’indice del corso